NEVE: scatti con la Yashica MAT124G

Immagine
Continuando a riprendere degli scritti di qualche anno fa....


-------


Dopo essere stato tutto il giorno in ufficio, esci e la neve ha coperto tutto.
L’atmosfera ovattata, il suono attutito, è un tuffo al cuore. Corri in auto e prendi la tua fedele Yashica, che da qualche tempo ti segue ovunque vai, e inizi a passeggiare tra i panorami innevati della montagna.
La mancanza di rumori forti riesce a farti estraniare da quello che ti circonda e ti concentri ancor di più sul soggetto.
La neve cade e colpisce il vetro smerigliato all’interno del pozzetto, e sciogliendosi ti rende faticosa la messa a fuoco.
Ti bagni. Sei tutto infreddolito, ma vai avanti, perché ogni pianta, ogni panchina e ogni oggetto richiamano la tua attenzione, creando forme e contrasti unici. In mezz’ora consumi un rullo e scappi a casa a sviluppare.
Quei paesaggi, nella forza del medio formato, saranno per sempre impressi. Quella neve non si scioglierà mai.










E' il Glamour: pensieri in bianco e nero...

In italiano glamour (o glam) può essere tradotto come seduzione o fascino, perché rappresenta l’unione di questi due elementi. E’ comunque una bellissima forma di ritratto, perché quando non sconfina nel volgare è forse la forma di ritratto più intima e interiore del soggetto...

Soffermandosi su un concetto di glam più introspettivo, senza fare facili collegamenti a calendari o similari, l’attenzione è portata, anche nella composizione dell’immagine, a focalizzare il soggetto dando scarsa importanza ad altri elementi che potrebbero essere presenti. L’oggetto, l’accessorio, la situazione e l’ambiente diventano funzionali all’elemento principale dell’immagine ma non la caratterizzano e non la valorizzano. Il rapporto osservatore/osservato è concentrato tutto nell’emozionalità.

In questo ambito fotografico, il corpo diventa ancora più comunicativo esplicitando un pensiero o una emozione, senza essere diretto ma lasciando intendere un desiderio e spesso facendo sognare l’osservatore.

L’utilizzo del monocromatico o del bianco e nero (BN) aiuta al distacco tra elementi non predominanti ed emozionalità del soggetto. La fotografia BN, composta quindi da una gradazione di grigi, lascia libera la mente nel costruirsi le tonalità di colore che meglio rappresentano, interiormente, l’immagine stessa, e per fare questo il pensiero deve attingere a ricordi, emozioni, desideri reconditi e inconsci.



Unendo questo alla sensualità e alla bellezza rappresentata nell’immagine, l’impatto emotivo che può dare una fotografia di glam in bianco e nero, va oltre qualsiasi risultato atteso, rendendosi unico nella mente di ogni osservatore grazie al fatto che l’Immagine (quella con la I maiuscola) che si compone dentro il nostro animo è unica: unione dell’emozionalità del soggetto ripreso e dell’osservatore.






Commenti

Post popolari in questo blog

Era il ritratto...

Siena International Photo Awards 2017: Finalista !

Follow me on

Translate